L’innovazione tecnologica nella logistica

L’innovazione tecnologica nella logistica

Come sappiamo la logistica negli ultimi anni ha fatti balzi da gigante ed è divenuta una colonna portante della nostra economia. Una accurata organizzazione in questo settore è essenziale poiché, senza, le società che producono beni non sarebbero in grado di gestire le criticità qualora si presentassero, nè potrebbero distribuire  e trasportare adeguatamente i loro prodotti. Con la nascita del moderno concetto di logistica abbiamo visto anche il conseguente sviluppo dei macchinari che sono da anni sempre più impiegati nella gestione quotidiana dei magazzini e di tutti i moderni sistemi informatici che sono di ausilio, ad esempio, alla gestione della scorte.

I software e i nuovi mezzi

Per quanto riguarda i software di aiuto alle persone che gestiscono l’azienda, ormai i cosiddetti ERP (Enterprise Resource Planning) sono divenuti la base per qualsiasi sistema informativo aziendale poiché sono in grado di integrare tutti gli aspetti di un business: vendite, acquisti, gestione magazzino e contabilità. Appare evidente quanto sia fondamentale questa gestione tanto più che attraverso questo sistema informativo si possono controllare gli inventari ed il tracciamento degli ordini oltre ad avere una gestione del servizio al clienti e delle risorse umane. 
Nel campo della movimentazione merci, moderni macchinari sono stati creati per abbreviare i tempi nel prelevare gli oggetti dagli scaffali (picking) con ad esempio carrelli elevatori o nel confezionamento e imballaggio che insieme a sollevatori automatici e trasportatori danno l’idea di come sia cambiata la struttura organizzativa dei moderni magazzini.

Il caso Barilla

Un esempio recente di come le grandi aziende stiano puntando sulla automatizzazione dei magazzini è la recente inaugurazione del polo Barilla che a Pedrignano ha costruito il più grande magazzino automatizzato del mondo con ben 40.000 metri quadri di superficie, 80.000 pallet, 120 autoveicoli caricati ogni giorno e 54 carrelli tecnologia italiana Laser Guided Vehicles. Completamente automatici questi carrelli non hanno fili ne binari ed utilizzano un software appositamente creato che identifica gli ordini, localizza in tempo reale la posizione del pallet da stoccare o prelevare e interagisce con altri carrelli attraverso una radiofrequenza.

Le conclusioni

Il dato che si evince da questa incredibile operazione tutta italiana e dallo sviluppo stesso di mezzi e softwares destinati a questo settore è la tendenza nelle aziende a puntare sempre più verso una gestione specifica della logistica: nulla è infatti lasciato al caso poiché questa organizzazione migliora il servizio offerto dalle aziende e le rende conseguentemente più competitive nel mercato.

Contatti