Logistica interna od esterna?

Il grande dilemma che oggi si trovano ad affrontare le imprese rispetto ai processi di produzione di beni e di fornitura dei beni e dei servizi è quello di investire sulla gestione di attività logistiche che possono essere interne o esterne. Tutti sappiamo quanto sia importante un’efficiente organizzazione dei flussi dei beni e dei servizi e delle informazioni ad essi collegate e l’esternalità o internalità della logistica può condizionare il buon andamento di tutto il sistema aziendale.

Una prima ed immediata differenza tra logistica interna ed esterna consiste nel fatto che quando la logistica è interna le attività di programmazione e gestione relative al flusso dei materiali è interno al sistema di produzione. Nel caso in cui la logistica sia esterna significa che il sistema logistico (e quindi tutta la programmazione e la gestione) è affidata ad attori esterni al sistema di produzione.

Quando si opta per una logistica interna si è consapevoli di dover gestire funzioni produttive, commerciali, processi di movimentazione delle merci abbastanza complesse. Utile può essere individuare all’interno dell’impresa un esperto di logistica. Un ruolo davvero prezioso! Una figura professionale che deve occuparsi di merci in senso ampio con funzioni anche di marketing territoriale. Deve essere una figura presente nei ruoli direttivi dell’impresa.

Nel caso ci si voglia affidare ad aziende esterne si deve ricercare un partner efficiente dal punto di vista tecnico – organizzativo che ci consenta di ottenere vantaggi immediati come riduzione dei costi, ottimizzazione delle risorse e crescita dell’efficienza produttiva.

Abbiamo quindi bisogno di un partner che metta a nostra disposizione competenze e strutture moderne capaci di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza logistica. In altre parole per noi, si deve occupare della gestione del magazzino, della movimentazione, dell’imballaggio e dello stoccaggio delle merci. La logistica esterna viene anche definita con un termine tecnico outsourcing.

Cosa scegliere? Logistica interna o esterna? Non si tratta di una scelta che si può fare del tutto a priori ma si deve mettere in conto che l’internalizzazione o esternalizzazione è il risultato di un processo di adeguamento di soluzioni gestionali che le imprese sperimentano continuamente per adattare i loro sistemi operativi alle mutevoli del mercato. La scelta della tipologia di organizzazione logistica non è mai il punto di arrivo di un percorso di riorganizzazione e di rinnovamento delle attività logistiche, ma è il punto di partenza di un processo attraverso il quale le aziende formalizzano la gestione operativa di una o più funzioni logistiche (approvvigionamento, trasporto, distribuzione finale, stoccaggio materie prime e prodotti finali ecc.) cui sono aggregabili altre attività accessorie alle attività logistiche (imballaggio, confezionamento, personalizzazione dei prodotti, pratiche doganali).

Contatti