Make or buy, una scelta importante.

Una delle decisioni più difficili da operare nelle aziende è se svolgere tutte le operazioni logistiche al suo interno o affidarle ad aziende esterne che offrono consulenze e servizi a terzi. Il cosiddetto make or buy è quindi essenzialmente decidere se investire in settori che rimarranno in futuro presso l’azienda o comprare questi servizi logistici da altri operatori, sia a breve o lungo termine.

La scelta

Questo tipo di scelta si pone generalmente nelle aziende in momenti particolari quando o si ha un incremento del fatturato e quindi un maggiore movimento di volumi, o quando si deve ridurre i costi di gestione. La decisione è importante perché è una scelta di tipo strategico: influenzerà le tipologie di investimento nel corso degli anni, pertanto è irreversibile.

Come si fa a decidere?

Un primo passo potrebbe essere capire quanto l’azienda voglia controllare la supply chain. Non è un quesito banale perché esistono molteplici possibilità nell’outsourcing e tutto dipende da quello che vuole l’azienda: è possibile stabilire il controllo desiderato in ogni ambito della catena logistica come ad esempio nella gestione ordini, nel sistema informatico e nella scelta della manodopera. Naturalmente se l’azienda deciderà di controllare quasi ogni cosa a questo corrisponderà una minore percentuale di outsourcing e di conseguenza si dovranno intraprendere maggiori investimenti.

Make or buy?

Quali sono gli investimenti ai quali andrebbe in contro un’azienda se decidesse di fare logistica? Innanzitutto la realizzazione di magazzini che comportano costi considerevoli e che vengono generalmente ammortizzati in molti anni, l’acquisto e manutenzione del software che gestisce tutto il sistema informativo che ha costi elevati ed infine l’assunzione di personale che implica dei costi notevoli sia che l’azienda vada bene o meno.

In caso di scelta invece di affidare in outsourcing la parte logistica la visione dell’azienda in campo gestionale deve cambiare di prospettiva perché una volta scelto il settore da affidare a terzi deve scegliere bene a chi affidarlo mettendo in gara i fornitori di servizi e creare una struttura aziendale che sia in grado di lavorare a fianco di una società esterna in modo da controllare e partecipare alla gestione delle attività date in outsourcing.

La decisone rimane molto importante per ogni azienda che voglia inserirsi in maniera competitiva nel mercato perché molte volte si tende ad investire subito nelle attività di outsourcing perché si ritiene che l’azienda si debba focalizzare nel core del suo business. Questo fa si che alcune aziende abbiano immediati ritorni di immagine ed efficienza ma alla lunga i costi che questi implicano possono far andare in passivo anche aziende solide e ben avviate. Per questo serve un’attenta analisi ed una corretta valutazione del modo in cui si vuole investire così da non ritrovarsi in futuro con entrate al sotto delle aspettative.

Contatti